Sorriso splendente in 3 semplici passi: i nostri consigli

Puoi avere un sorriso luminoso e con denti bianchi ti serve solo una cosa: conoscere i giusti segreti!

1) Primo punto: cosa non si deve fare!

Vietato fumare! Fumare macchia i denti per questo se desideri avere denti bianchissimi questa è una ragione in più per smettere.

fumo e denti macchiati

Oltre al fumo ci sono numerose bevande e alimenti con un forte potere pigmentante (cioè che lasciano tracce sui denti):

  • caffè
  • liquerizia
  • the
  • cacao
  • etc.

Per un sorriso bianchissimo devi limitarne il consumo: quindi evita l’assunzione frequente di queste sostanze per mantenere i denti bianchi.

Un’altra sostanza che – se assunta in modo sconsiderato – alla lunga ingiallisce i denti è la Clorexidina, contenuta in molti collutori che trovi sui banchi delle farmacie. Quindi, prima di utilizzare questi prodotti chiedi consiglio al tuo dentista (se non ne hai uno di fiducia, contattaci)

2) Secondo punto fondamentale! l’Igiene Orale

spazzolino,filo e dentifricio

La placca che rimane a lungo sui denti si trasforma in tartaro, una concrezione dura e scura, dannosa per le gengive e certamente antiestetica. Una corretta igiene orale quotidiana contrasta la formazione di placca e tartaro e di conseguenza è utilissima per mantenere i denti bianchi.

Qualora si formi il tartaro, per rimuoverlo è sufficiente una pulizia dentale professionale, in questo modo sarà possibile avere i denti privi di placca e tartaro.

3) Terzo Punto: Prodotti Sbiancanti!

Hai già i denti e li vorresti più bianchi? Ci sono tanti prodotti sbiancanti che possono aiutarti!

Negli ultimi anni si sono sviluppati sempre più prodotti per l’igiene orale che hanno l’obiettivo di andare a sbiancare i denti. Ora iniziamo un’analisi dei vari prodotti disponibili per andare a sbiancare i denti.

prevenzione-prestazioni-studi-lama

  • Dentifrici sbiancanti: questi contengono al loro interno dei granuli abrasivi, che vanno a levigare la superficie dì esterna dello smalto, rimuovendo così le macchie più superficiali. Ti consigliamo di utilizzarli per periodi limitati, in quanto un consumo frequente potrebbe portare a un’eccessiva perdita di smalto.

colluttorio

  • Collutori sbiancanti: contengono una piccola concentrazione di perossido di carbammide o perossido di ossigeno (sostanze sbiancanti) quindi nel giro di qualche settimana possono dare dei buoi risultati. Però è opportuno fare attenzione in quanto possono anche  provocare ipersensibilità dentinale. Il nostro consiglio è quello di utilizzarli per periodi limitati, 1 o 2 cicli all’anno non vanno superati per non rischiare di avere effetti indesiderati.

strisce-sbiancanti

  • Strisce sbiancanti: sono delle sottili strisce che vanno applicate sui denti per diverse ore. In genere il trattamento dura 20-30 giorni per ottenere un risultato visibile. La problematica di questo trattamento è che sono frequenti irritazioni gengivali in quanto le strisce sbiancanti vanno a contatto sia sui denti che sulle gengive, e questo può portare all’irritazione gengivale.
  • Penne sbiancanti:  giunte recentemente sul mercato, contengono una piccola quantità di gel sbiancante a basse concentrazioni. I risultati che si ottengono con questi trattamenti sono modesti similari a quello dei collutori sbiancanti.

Come funziona lo sbiancamento dentale professionale (quello dal dentista)?


Per avere uno sbiancamento veramente importante il miglior modo per sbiancare i denti è lo sbiancamento dentale professionale.
In una singola seduta della durata di circa 1 ora e 30 minuti si ottiene il miglior risultato sbiancante. Viene prima protetta la gengiva con una specifica diga liquida fotopolimerizzante, vengono divaricate le guance con uno specifico apribocca, e successivamente viene applicata sulla superficie esterna dei denti un gel ad altissimo potere sbiancante, con una concentrazione del principio attivo 7 volte superiore alle strisce sbiancanti. Vengono fatti 2 cicli con questo gel ed in circa 1 ora e 30 minuti si ottiene lo sbiancamento dentale.

Per ottenere il massimo risultato sbiancante in genere in associazione a questo trattamento ti consigliamo l’utilizzo di un dentifricio e di un collutorio sbiancanti. Se sui denti è presente del tartaro è necessario prima dello sbiancamento effettuare una pulizia dentale.

Ci sono dei metodi metodi naturali per sbiancare i denti?

limone e bicarbonato di sodio per denti

Se ne sente tanto parlare e molti pazienti ci hanno chiesto se ci sono delle sostanze naturali o dei cibi che possono aiutare ad avere un sorriso luminoso. Sicuramente la mela verde è un alimento ottimo, contiene fosforo e una piccola quantità di acido malico, che ha un lieve potere sbiancante. Quindi sicuramente per mantenere il sorriso bianco una mela al giorno può essere un valido alleato.

Bisogna fare ATTENZIONE ai rimedi naturali a base di bicarbonato di sodio (che a pensarci tanto naturale non è) e al succo di limone. Queste sostanze sciolgono il dente e possono portare a seri danni allo smalto, che tra l’altro sono irreversibili. Il nostro consiglio è quello di non utilizzare queste sostanze per sbiancare i denti, in quanto si possono arrecare dei seri danni allo smalto, provocare sanguinamento gengivale e alterare la flora batterica orale.

Come fanno le STAR ad avere dei denti bianchissimi? È merito dello sbiancamento dentale?

faccette-estetiche

Spesso le persone dello spettacolo non ricorrono semplicemente allo sbiancamento dentale ma bensì ad un altro tipo di terapie estetica, le faccette dentali. Le faccette dentali sono delle sottili lamine di ceramica che vengono incollate in modo permanente sulla superficie dentale. In questo modo vengono creati denti con una colorazione ottimale e con un’estetica da star.